Samia ricini saturniidae

Do adult Saturniidae have a mouth? Light on the topic!

Do adult Saturniidae have a mouth? Light on the topic!

Samia ricini saturniidae in ,

Do Saturniidae have a mouth? A need for a clarification


Yes! Adult Saturniidae moths have mouth parts but they are underdeveloped and non functional. Although they are not being used anymore, their development is deeply coded into the DNA, thus very difficult to be removed or rearranged so quickly. Useless structures, such as the Saturniidae mouth, which are an evolutionary relict, are called vestigial structures.

DNA sequences coding for vestigial structure, being those structures non necessary for survival, are no longer subject to positive selective pressure(natural selection). Such sequences are more prone to accumulate nucleotide changes, out of which, new structures may develop.

Many posts on social networks do claim that Saturniidae have no mouth, please mind that is an erroneous simplification.

Saturniidae moths: a brief introduction

Saturniid moths, (family Saturniidae), also called giant silkworm moths, consist of about 1,500 species of moths (order Lepidoptera), some of which do spin a thick, silken cocoon and can be used to produce commercial silk, normally called wild silk. Adults have stout, hairy bodies and broad wings that are often vividly colored and patterned. Their antennae are bipectinate and generally thinner in the female.

Most species have a central eyespot marking each wing. Some species as Automeris io (America) display vivid forewing eyespots, while other present them in all 4 wings. The wingspan of most European species does not exceed 15 cm (6 inches), but the atlas moth (Attacus atlas) from the tropical forests of south east Asia has a wing area that reportedly exceeds that of any other insect.

This moth, sometimes mistaken for a bird, has snake paintings on the distal tips of its forewings. Such structures are thought to serve as a defense to threaten potential predators.

Attacus atlas Saturniidae
2 females of Attacus atlas from Indonesia, the giant atlas moth (Saturniidae)

You can read a typical description on the taxon Saturniidae on the Enciclopedia Britannica

Picture courtesy of Neli Martin.

I Saturniidae (Saturnidi), da adulti, hanno la bocca? Un chiarimento

Si! I Saturnidi allo stadio adulto hanno parti boccali ma queste sono sottosviluppate e non funzionali (o quasi). Nonostante non siano più utilizzate, il loro sviluppo è codificato nel DNA in maniera intima, quindi molto difficile da rimuovere o alterare in così poco tempo. Strutture inutilizzate, come la bocca dei Saturnidi, che sono relitti dell’evoluzione, sono chiamate “vestigiali”.

Le sequenze del DNA che codificano per lo sviluppo di strutture vestigiali, essendo queste strutture non più necessarie per la sopravvivenza, non sono più soggette a pressione da parte della selezione naturale. Queste sequenze sono quindi più soggette ad accumulare cambiamenti che possono risultare nello sviluppo di una nuove struttura, non preesistente

Check our Lepidotera breeding section for more articles about butterflies and moths

Molti post sui social media affermano che i Saturnidi non hanno la bocca, si tratta di un’errata semplificazione. Visitate la nostra sezione “Lepidoptera breeding” per altri articoli su farfalle e falene.

Immagine cortesia di Neli Martin.

I Saturnidi: introduzione

I Saturnidi (famigllia Saturniidae) sono un gruppo di circa 1500 specie di Lepidotteri, la maggior parte dei quali tesse uno spesso bozzolo di seta, che può essere usato per fabbricare tessuti. Alcuni paesi del mondo continuano ad utilizzare questa famiglia di falene per la produzione di vestiti. Gli adulti dei saturnidi hanno un corpo ampio e peloso, antenne bipettinate e grandi ali.

Molte specie hanno disegni di occhi sulle ali, sia anteriori che posteriori, che si pensa siano utilizzati per spaventare i predatori. Automeris io, per esempio, presenta delle vivide macchie ocellari sulle ali posteriori, molto simili agli occhi di un mammifero.

Alcune specie, come Attacus atlas, la falena cobra originaria del sud est asiatico, possono raggiungere dimensioni impressionanti, 30cm e oltre di apertura alare. Come spiegato sopra, i Saturnidi si nutrono solo allo stadio larvale, immagazzinando energie che consentirannò all’adulto di volare e risprodursi efficacemente.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Shopping cart

0
No products in the cart.